I MINERALI con nomenclature Montessori

I MINERALI con nomenclature Montessori pronte per la stampa. Le nomenclature comprendono 145 minerali. Tutto l’argomento rientra nell’ambito della Prima grande lezione Montessori 

MINERALI nomenclature 1

pdf qui: I MINERALI NOMENCLATURE MONTESSORI

Se preferite, questo è il contenuto…

I MINERALI con nomenclature Montessori

Nome: adamina
Il nome è attribuito in onore del mineralogista Gilbert Adam.
Diffusione: molto rara
Sistema cristallino: ortorombico
Aspetto: colore giallo, verde, violetto, rosa, verde giallastro, raramente incolore. Vitreo, traslucido.
Densità: 4,4 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: semidura, pesante, fonde sbiancandosi.
Usi: L’adamina ha interesse puramente scientifico ed è nota ai collezionisti di minerali per via della sua evidente fluorescenza. Illuminata con raggi UV assume un’intensa colorazione verde.

adamina

Nome: adularia
Il nome deriva da quello del monte Adula (Alpi Svizzere).
Diffusione: rara
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: incolore o verdolino, giallastro, bianco, rosa. Lucentezza vitrea, opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 2,55 g/cm³
Durezza: 6
Proprietà: è anche detta “pietra di luna” a causa del fenomeno ottico dell’adularescenza (lampi azzurri che ricordano i bagliori della luna).
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico. La pietra di luna è utilizzata in gioielleria

adularia 153

Nome: albite
Il nome deriva da “albus”, parola latina che significa bianco.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: I cristalli di albite hanno forma rettangolare di sezione quadrata.
Aspetto: colore bianco, a volte incolore con tonalità blu, gialle, arancio. Opacità da traslucida ad opaca. Lucentezza vitrea od opaca se alterata.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 6
Proprietà: dura, leggera, fonde abbastanza facilmente.
Usi: minerale industriale fondamentale per l’industria ceramica e dei refrattari.

albite 157

Nome: alunite
Il nome deriva da quello della città di Allumiere (nei pressi di Roma)
Diffusione: rara
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore bianco, grigio, grigio giallastro, grigio rossastro, bianco giallastro. Lucentezza vitrea o perlacea, opacità da trasparente a traslucido.
Densità: 2,7 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, poco pesante.
Usi: estratta per la produzione dell’allume e di certi fertilizzanti potassici.

alunite

Nome: alurgite
dal greco halurges (tinto di porpora marina)
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trimetrico
Aspetto: colore rosso bruno. Lucentezza vitrea. Trasparente o traslucida. Insolubile e infusibile.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: tenera, pesante
Usi: E’ una varietà della muscovite, e si trova in Valle d’Aosta. Minerale di esclusivo interesse scientifico e collezionistico.

alurgite 143

Nome: ambra
Diffusione: rara
Sistema cristallino: amorfa
Aspetto: colore giallo chiarissimo, chiaro, scuro, tendente al rosso, al bruno, bruno, azzurro, rosso, violetto, verde, verde smeraldo. Lucentezza resinosa, opacità trasparente, semiopaca, traslucida, variegata, a chiazze, a nuvole opache.
Densità: 1,1 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: per ambra si intende una qualsiasi resina fossile. Si elettrizza se strofinata.
Usi: la maggior importanza scientifica dell’ambra è data dalla presenza di fossili. E’ molto utilizzata in gioielleria.

ambra 167

Nome: analcime
il nome deriva dal greco e significa debole, senza forza.
Diffusione: molto diffusa
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: ha colore chiaro con sfumature rosa o verdi. Lucentezza vitrea, opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 2,2 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: ha scarsa capacità di caricarsi di energia dopo strofinamento.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

analcime 150

Nome: anatasio
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore nero metallico, giallo miele, blu zaffiro.
Densità: 3,8 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: duro, pesante, infusibile e insolubile.
Usi: raramente utilizzato come minerale industriale del titanio.

anatasio 38

Nome: anglesite
prende il nome dall’isola Anglesey (mare d’Irlanda)
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore bianco, grigio, verde, violetto, bruno. Il tipo violetto è molto raro.
Densità: 6.3 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: appartiene al gruppo della celestina. E’ una pietra molto fragile. Può diventare fluorescente se si espone per lungo tempo ai raggi UV.
Usi: minerale del piombo che viene inviato agli impianti di concentrazione annessi alle miniere con gli altri minerali ossidati; interessante anche dal punto di vista mineralogico e collezionistica.

anglesite 78

Nome: anidrite
il nome deriva dal greco anhidros, che significa anidro, per via della sua struttura chimica.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: trimetrico (rombico)
Aspetto: incolore o di colore bianco bluastro, violetto, grigio nerastro, rosso, rosa. Lucentezza vitrea, perlacea, grassa, madreperlacea. Opacità da trasparente a subtrasparente a traslucida.
Densità: 2,9 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: lasciato all’aperto il minerale assorbe l’acqua trasformandosi in gesso e aumentando il proprio volume di 1,6 volte.
Usi: per la produzione di acido solforico, per la carica della carta, come pietra ornamentale per architettura d’interni.

anidrite 72

Nome: annabergite
il nome deriva dalla località di Annaberg, in Sassonia.
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trimetrico (prismatica)
Aspetto: colore verde, bianco verdastro, verde mela. Lucentezza adamantina, madreperlacea, fievole. Opacità da traslucida ad opaca.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: al cannello cambia colore prima di fondere, va pulita con acqua distillata.
Usi: raramente in ammassi importanti e sfruttabili industrialmente, ha interesse soltanto per mineralogisti e collezionisti.

annabergite

Nome: antimonio
Serie: metalloidi
Simbolo: Sb (dal latino stibium = bastoncino)
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: romboedrica (trigonale)
Aspetto: masse granulari incrostanti o noduli raggiati di colore bianco argenteo.
Densità: 6,7 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: in quanto semimetallo l’antimonio ha l’aspetto di un metallo, ma comportamento diverso. Ha scarsa conducibilità elettrica e termica. Si espande per raffreddamento. L’antimonio e molti suoi composti sono tossici.
Usi: trova applicazione nell’industria di semiconduttori per la produzione di diodi e sensori infrarossi. Si lega con il piombo, aumentando la durezza. (realizzazione di batterie per autovetture). Viene commercializzato in polvere, cristalli, pezzi e lingotti.

antimonio

Nome: antimonite (o stibnite)
Il nome deriva dall’arabo ‘utmud e dalla leggenda legata a questo minerale
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore grigio piombo o acciaio con sfumature blu verdastre. Gli aggregati sono a volte neri. Lucentezza metallica, opaco.
Densità: 4,6 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: tenera, pesante. I cristalli sono flessibili ma non elastici.
Usi: ha un ruolo importante in molte leghe metalliche, nelle batterie elettriche, in pirotecnia, nell’industria sanitaria, tessile, della gomma e del vetro.

antimonite 27

Nome: apatite
il nome deriva dal greco apatan a indicarne la natura ingannevole.
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore più spesso verdastro, poi incolore, giallo, rosa, blu violetto, marrone. Lucentezza da vetrosa a sub – resinosa. Opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: dura, pesante, molto fragile
Usi: è la base dell’industria dei fertilizzanti fosfatici, dell’industria chimica dei sali dell’acido fosforico e del fosforo. Le varietà limpide e dai bei colori hanno impiego come gemme, anche se l’apatite è piuttosto tenera.

apatite 100

Nome: aragonite
il nome deriva dal comune spagnolo di Molina de Aragon.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: incolore o bianca, gialla, rosa, viola, blu, bruna, rossastra o verde. Lucentezza vitrea o madreperlacea, trasparente o traslucida.
Densità: 2,9 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, pesante, fragile. Alcune varietà sono luminescenti ai raggi UV.
Usi: a parte le varietà alabastrine, tagliate in lastre semitrasparenti come pietra ornamentale, il minerale non ha importanza pratica, ma solo scientifica e collezionistica.

aragonite 60

Nome: argentite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore da grigio a nero, lucentezza metallica, opaco.
Densità: 7,3 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: è un minerale tenero e molto pesante, ed è malleabile: se battuto con un martello si schiaccia. Per questa sua proprietà è stata usata per coniare medaglie di poco pregio.
Usi: è il principale minerale per l’estrazione dell’argento.

argentite 20

Nome: argento
Serie: metalli di transizione
Simbolo: Ag
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: è un metallo di transizione tenero, bianco e lucido. Si trova in natura sia allo stato puro, sia sotto forma di minerale.
Densità: 10,5 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: l’argento è il miglior conduttore di calore ed elettricità tra tutti i metalli,
Usi: si usa nella monetizzazione, in fotografia, in gioielleria di cui occupa un intero settore, l’argenteria (coppe, cuccume, vassoi, cornici, posate da tavola).

argento 2

Nome: arsenico
Serie: metalloidi
Simbolo: As
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: è un semimetallo che si presenta in tre forme diverse (gialla, nera, grigia).
Densità: 5,7 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: l’arsenico e molti suoi derivati sono veleni molto potenti.
Usi: i suoi composti hanno trovato impiego, in passato, come erbicidi e pesticidi. E’ inoltre usato in alcune leghe.

arsenico 9

Nome: arsenolite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore biancastro, da traslucida a semiopaca con lucentezza vitrea.
Densità: 3,8 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: tenerissima, molto pesante. Non fonde ma sublima dando vapori tossici dal forte odore di aglio.
Usi: interessa i mineralogisti e i collezionisti di minerali

arsenolite 44

Nome: atacamite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore verde smeraldo scuro, lucentezza vitrea, opacità da trasparente a traslucido.
Densità: 3,8 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: è facilmente solubile in acqua, per questo si trova nei deserti.
Usi: un tempo, prima dell’uso della carta assorbente, era utilizzato in polvere per essiccare l’inchiostro. Minerale secondario di rame, utilizzato solo nei depositi cileni, che ne sono sufficientemente ricchi, per consentire un impiego economico.

atacamite

Nome: attinolite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: monoclino (prismatica)
Aspetto: colore da verde chiaro a scuro, grigio o nero. Lucentezza vitrea, setosa. Opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 3,2 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: è una delle sei specie di minerali classificati come “asbesto” (amianto). Nella forma fibrosa le fibre sono cancerogene.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico. La variante verde è utilizzata in gioielleria per lavori ornamentali ed è spesso confusa con la giada, molto più pregiata.

attinolite 141

Nome: auricalcite
Un tempo era chiamato anche fiore d’ottone. Il nome deriva dal greco e significa rame di montagna.
Diffusione: rarissima
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore azzurro, verde pallido, blu cielo, blu verdastro, celeste o azzurrino. Lucentezza madreperlacea, sericea, perlacea. Trasparente.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: molto tenera, pesante, colora la fiamma di verde ma non arriva a fondere
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico.

auricalcite 68

Nome: autunite
il suo nome deriva dalla città di Autun (Francia)
Diffusione: frequente
Sistema cristallino: dimetrico, tetragonale.
Aspetto: colore da giallo a verde chiaro, lucentezza madreperlacea o vitrea. Traslucido.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: è un minerale fortemente radioattivo. E’ luminescente alla luce UV.
Usi: oltre ad essere un minerale utile per l’estrazione di uranio, per la sua forte luminescenza viene usato nelle miniere per lampade atte a farne individuare altre vene e cristalli.

autunite 115

Nome: azzurrite
Diffusione: abbastanza comune
Sistema cristallino: trimetrico monoclino
Aspetto: colore azzurro blu. Lucentezza vitrea subadamantina, Cristalli allungati e tabulari, striati, ricchi di facce.
Densità: 3,8 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: semidura, pesante, fragile.
Usi: nel Medioevo l’azzurrite fu un importante pigmento per il colore blu. Non era però adatta all’affresco, perchè tendeva a polverizzarsi e cadere. Questo effetto si manifestava molti anni dopo, per cui abbiamo molti affreschi dove ormai l’azzurro è quasi completamente caduto.
Pregiata pietra ornamentale, lucidata in piastrine per soprammobili. Può anche essere sfaccettata dando belle gemme azzurre piuttosto fragili e facilmente rigabili.
E’ anche un minerale di rame di secondaria importanza economica.
Interessante dal punto di vista scientifico e collezionistico.

azzurrite

Nome: barite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: incolore, bianca azzurra, verde, da bruno giallastra a bruno rossastro a bruna. Lucentezza vitrea, Opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 4,5 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: appartiene al gruppo della celestina. Semidura, molto pesante pur essendo un minerale non metallico, fragile.
Usi: principale minerale da cui si estrae il bario. E?a anche utilizzata come additivo pesante nei fanghi di perforazioni petrolifere; nell’industria della carte e della gomma; nell’indagine radiografica (pappa di bario); come schermo per radiazioni penetranti, mescolata a malta cementizia; per la preparazione di un pigmento bianco di pregio.

barite

Nome: bauxite
prende il nome dal paese di Les Baux de Provence (Francia).
Bauxite è un termine comprensivo che indica una roccia composta da alluminio molto raramente in cristalli distinti.
Diffusione: molto comune
Aspetto: si presenta in masse terrose o argillose di colore bianco o giallastro se pure, o rossastre brune se contengono ferro.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: tenera, leggera, fragile. Opaca, insolubile e infusibile.
Usi: è il principale minerale per l’estrazione dell’alluminio. Preparazione del corindone sintetico e dei refrattari alluminiferi.

bauxite 40

Nome: berillo
Diffusione: comune l’acquamarina, rari smeraldo, eliodoro e morganite, molto raro bixbite)
Sistema cristallino: dimetrico esagonale
Aspetto: colore biancastro, verde azzurrino, giallastro, giallo (eliodoro), verde (smeraldo), rosa (morganite), azzurro (acquamarina), rosso (berillo rosso). Lucentezza vitrea, traslucido o trasparente.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 8
Proprietà: può mostrare fluorescenza ai raggi UV.
Usi: le varietà più preziose sono lo smeraldo, l’acquamarina e la bixbite.

berillo

Nome: smeraldo (berillo)
Diffusione: rari
Sistema cristallino: dimetrico esagonale
Aspetto: intenso colore verde. Lucentezza vitrea, traslucido o trasparente.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 8
Proprietà: può mostrare fluorescenza ai raggi UV.
Usi: gioielleria

berillo smeraldo

smeraldo 2

Nome: acquamarina (berillo)
Diffusione: comune
Sistema cristallino: dimetrico esagonale
Aspetto: colore azzurro. Lucentezza vitrea, traslucido o trasparente.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 8
Proprietà: può mostrare fluorescenza ai raggi UV.
Usi: gioielleria

berillo acquamarina

acquamarina 2

Nome: bixbite (berillo)
Diffusione: molto raro. Nel 2006 la Jewelers Association ha concesso al berillo rosso il titolo di “pietra più rara del mondo”.
Sistema cristallino: dimetrico esagonale
Aspetto: colore rosso. Lucentezza vitrea, traslucido o trasparente.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 8
Proprietà: può mostrare fluorescenza ai raggi UV.
Usi: pietre intagliate di alta qualità raggiungono una quotazione di 10.000 dollari al carato.

berillo biite

bixbite 2

Nome: biotite
il nome deriva da quello del fisico J B Biot che si dedicò alla ricerca delle proprietà ottiche della mica.
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: trimetrico monoclino
Aspetto: colore da bruno a nero, lucentezza da vitrea a madreperlacea, opacità da trasparente a traslucido a opaco.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: appartiene al gruppo delle miche.
Usi: essendo un minerale ricco di ferro, può essere impiegata per la fabbricazione di isolanti elettrici e termici e di condensatori.

biotite 144

Nome: bismuto
Serie: metallo del gruppo B
Simbolo: Bi
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: è un metallo pesante e fragile, di aspetto bianco roseo con sfumature iridescenti.
Densità: 9,8 g/cm³
Durezza: 2,2
Proprietà: è il più diagmagnetico dei metalli e quello con la minor conducibilità termica (ad eccezione solo del mercurio). E’ il più pesante dei metalli pesanti ed è l’unico fra essi a non essere tossico.
Usi: composti privi di piombo sono usati nell’industria cosmetica ed in applicazioni mediche. E’ usato in campo siderurgico e per preparare leghe a basso punto di fusione, come quelle per i fusibili.

bismuto 11

Nome: boleite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore blu scuro, traslucido con lucentezza vitrea
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura, moto pesante.
Usi: minerale di interesse prettamente scientifico e molto ricercato dai collezionisti.

boleite 16

Nome: borace
Diffusione: raro
Sistema: monoclino
Aspetto: solido cristallino bianco
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: e’ un cristallo morbido bianco, che si dissolve facilmente in acqua. Se lasciato esposto all’aria secca, perde lentamente l’acqua e diventa una sostanza gessosa bianca. Viene venduto di solito completamente disidratato. Ad alta temperatura si trasforma in un vetro isolante. E’ nocivo alla fertilità e irritante per gli occhi. Tra gli additivi alimentari è indicato come E 285.
Usi: il borace fu por in Europa da Marco Polo. Viene usato in detergenti, addolcitori d’acqua, saponi, disinfettanti ed insetticidi. Convertito in acido, l’acido borico si usa come leggero antisettico per la pulizia degli occhi. Viene usato per creare uno strato vetroso sulle terraglie di coccio e per la produzione di smalto, vetro e vasellame in ceramica rinforzata.

borace 69

Nome: bornite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore rosso rame scuro sulla frattura fresca, a volte mascherata da riflessi azzurri, Lucentezza metallica.
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura, molto pesante, fragile.
Usi: è un minerale importante per l’estrazione del rame.

bornite 18

Nome: brochantite
chiamato così in onore di Andrè Brochant.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore verde, verde smeraldo, blu verde in controluce, verde scuro. Lucentezza da vitrea a madreperlacea. Da trasparente a traslucido.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: si trova in climi aridi, in quanto in quelli umidi il minerale può essere sciolto.
Usi: come minerale secondario di rame

brochantite

Nome: brookite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore da bruno a nero, trasparente o traslucida con lucentezza adamantina o submetallica
Densità: 4,1 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: dura, pensate, fragile.
Usi: rari i giacimenti di brookite di estensione sufficiente per consentirne l’impiego come minerale industriale di titanio.

brookite 39

Nome: cabasite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: incolore oppure bianca, verdastre, rossastra. Lucentezza vitrea, trasparenza traslucida.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: semidura, leggera, fragile. Fonde facilmente in un vetro bolloso biancastro
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

cabasite 165

Nome: calcedonio (quarzo)
E’ il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. Il nome deriva da quello dell’antica città greca di Calcedonia.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: molto variabile come tonalità e combinazioni (incolore, bianco, scala dei grigi, nero, verde, rosso, giallo arancio, viola, blu). Lucentezza da vitrea a cerosa. Da trasparente a traslucida.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 7
A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni:
– agata
– corniola
– crisoprasio
– diaspro
– eliotropio
– onice

calcedonio 25

Nome: agata (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
L’agata è una varietà compatta e fibrosa di quarzo, che si forma per deposizione ritmica di silice in una cavità delle rocce basaltiche.
In gioielleria vengono usate per i camei, o in sezioni di pietra lucidata, con notevoli effetti estetici.

calcedonio agata 26

Nome: corniola (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
La corniola è una varietà molto nota di calcedonio. La più pregiata è quella rosso arancio.
E’ molto adatta ai lavori di incisione oltre che per la produzione di perle per collane.

calcedonio corniola

Nome: crisoprasio (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
Il crisoprasio è una varietà di calcedonio che contiene piccole quantità di nichel. Il suo colore è tipicamente verde mela, ma può prendere varie tonalità anche più scure. E’ considerata una pietra dura e viene utilizzata come gemma e per scopi ornamentali.
A causa delle sua relativa rarità e della particolare colorazione, il crisoprasio è una delle varietà di quarzo più apprezzate e costose. A volte viene confuso con la giada.

calcedonio crisoprasio

Nome: diaspro (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
Il diaspro (parola di origine persiana) è un quarzo che contiene di solito atomi di ferro, che le conferiscono colorazioni vivaci.
E’ considerata una pietra semi preziosa.
Generalmente è rosso, ma il colore può essere vario. La lucentezza è da grassa a vitrea, opaca.
Nella preistoria gli uomini lo utilizzavano per fabbricare punte, lame ed utensili, perchè è simile alla selce.
Poco usata in gioielleria, col diaspro si ottengono lastre per rivestimenti lussuosi, ad esempio alcuni palazzi degli zar russi.

calcedonio diaspro

Nome: eliotropio (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
Il classico eliotropio è verde scuro con macchie rosso arancio dovute alla presenza di ferro o diaspro.
Il nome eliotropio deriva dal greco helios (sole) e trepein (girare), e si riferisce al modo in cui il minerale riflette la luce.

calcedonio eliotropio

Nome: onice (calcedonio)
Calcedonio è il nome generico che viene dato al quarzo, quando si presenta in masse compatte di silice. A seconda della colorazione e dell’aspetto, il calcedonio prende varie denominazioni: agata, corniola, crisoprasio, diaspro, eliotropio, onice.
L’onice ha colore opaco o semi opaco, uniforme, che copre le tonalità rosso bruno e l’intera gamma dei grigi, fino al nero.

calcedonio onice

Nome: calcite
il nome deriva dal latino calx che significa calce.
Diffusione: è tra i minerali più diffusi in assoluto, diffusa specialmente in quasi tutte le rocce sedimentarie.
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: incolore, bianco ed altri colori (rosa, giallo, bruno, verde). Lucentezza da vitrea a polverosa (nei campioni massivi). Opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 2,7 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: spesso fluorescente ai raggi UV. Tipico di questo minerale è il fenomeno della birifrangenza (scomposizione di un raggio di luce in due raggi)
Uno dei tanti fenomeni collegati alla calcite è il carsismo. Le rocce carsiche sono infatti principalmente composti di calcite. L’acqua esercita sui calcari erosione meccanica e chimica.

calcite

Nome: calcocite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino o rombico, prismatica
Aspetto: colore grigio blu, grigio , nero, con iridescenze blu o bluastre superficiali, grigio acciaio, grigio piombo. Lucentezza metallica, opaca.
Densità: 5,5 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: tenera, molto pesante, quasi malleabile. Facilmente fusibile.
Usi: minerale primario per l’estrazione del rame.

calcocite 17

Nome: calcofillite
il nome deriva dal greco e significa foglie di rame
Diffusione: rarissima
Sistema cristallino: trigonale, esagonale
Aspetto: colore verde smeraldo, verde bluastro, verde erba, Lucentezza vitrea, perlacea, subadamantina e madreperlacea, Da trasparente a traslucida, o opaca.
Densità: 2,4 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: tenera, leggera, fonde facilmente.
Usi: minerale di puro interesse scientifico e collezionistico.

calcofillite 112

Nome: calcopirite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore giallo ottone, giallo oro, con venature violette. Lucentezza metallica o semimetallica.
Densità: g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: mediamente dura, pesante, relativamente fragile.
Usi: è uno dei più importanti minerali industriali di rame e se ne ottengono, come sottoprodotti, anche oro e argento.

calcopirite 23

Nome: cancrinite
è un minerale originario della Siberia e deve il suo nome a quello del ministro russo E. F. Kankrin.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore blu, incolore, grigio verde, giallo, bianco. Trasparente o traslucida con lucentezza vitrea tendente alla madreperlacea o grassa sulle superfici di sfaldatura.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: dura, leggera, fragile. Fonde facilmente in un vetro bianco bolloso.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

cancrinite 159

Nome: caolinite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: triclino, piedale
Aspetto: colore bianco neve, giallastro, grigio verde. Lucentezza fievole, madreperlacea. Non trasparente, traslucido.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: alla fiamma del cannello non fonde. Riscaldata tra i 390 e i 450 gradi centigradi si disidrata.
Usi: la caolinite è impiegata come materia prima nella fabbricazione delle porcellane, delle terraglie e delle maioliche. Polverizzata e impastata con acqua, forma una massa molto plastica e facilmente modellabile che, per cottura, indurisce. E’ utilizzata anche nell’industria della gomma e come materiale di carica, in quella della carta.

caolinite 146

Nome: carnotite
Il suo nome deriva da M. A. Carnot, chimico e geologo francese.
Diffusione: rara
Sistema cristallino: trimetrico, prismatica
Aspetto: colore giallo canarino, giallo-verde. Privo di lucentezza, madreperlacei i cristalli, terrosi gli aggregati. Semiopaca o semitrasparente.
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: è un minerale fortemente radioattivo
Usi: malgrado la rarità, è un minerale utile nell’estrazione dell’uranio e di vanadio.

carnotite 116

Nome: cassiterite
deriva il suo nome da kassiteros, il nome greco dello stagno.
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: da giallognolo a verdastro, incolore, nero brunastro, grigio, verde, nero, rosso. Lucentezza adamantina, grassa, submetallica. Opacità trasparente, traslucida, opaca.
Densità: 7 g/cm³
Durezza: 7
Proprietà: durissima, molto pesante, fragile. Non fonde ed è inattaccabile dagli acidi.
Usi: essendo il minerale principale dello stagno, viene utilizzato per estrarre questo metallo usato per produrre il bronzo ed altre leghe speciali, e per fare le saldature.

cassiterite 34

Nome: celestina
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: incolore, lucentezza vitrea, perlacea, adamantina. Trasparente, subtraslucido, traslucido
Densità: 3,9 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: debolmente solubile in acqua, presenza termoluminescenza ed è fluorescente ai raggi UV.
Usi: principale minerale per l’estrazione dello stronzio e dei suoi sali, utilizzati in pirotecnica e nella fabbricazione di proiettili traccianti (fiamma rosso carminio); nell’industria nucleare e in quelle della gomma, delle vernici, delle batterie elettriche; per raffinare lo zucchero di bietola e per la preparazione di vetri speciali iridescenti e di ceramiche. E’ un minerale molto ricercato da musei e collezionisti.

celestina 73

Nome: cianite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trimetrico, prismi allungati
Aspetto: colore azzurro, bianco o grigio. Lucentezza vitrea o perlacea. Da traslucida a trasparente.
Densità: 3,6 g/cm³
Durezza: da 4,5 a 7
Proprietà: ha la caratteristica singolare di avere una durezza che varia a seconda della direzione. Assume un valore 4,5 lungo la direzione di allungamento, e un valore 7 sulla faccia ortogonale.
Usi: viene usata per la sua resistenza alle alte temperature nella produzione di materiali refrattari, nella costruzione di forni, nell’industria vetraria e in ceramica. Raramente viene utilizzata in gioielleria.

cianite 121

Nome: cianotrichite
il nome deriva dal greco e significa cappello blu.
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trimetrico, orto rombico
Aspetto: colore blu cielo, blu chiaro, blu scuro. Lucentezza sericea, madreperlacea. Trasparente.
Densità: 2,7 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: fonde alla fiamma
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

cianotrichite87

Nome: cinabro
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore vermiglio se puro, altrimenti in tutte le tonalità di rosso fino al marrone. Lucentezza adamantina, blendacea. Trasparente in sezioni sottili.
Densità: 8,1 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: esposto alla luce annerisce. Se conservato in ambienti umidi si deteriora rapidamente, scurendosi. A causa del suo contenuto in mercurio, è considerato tossico per l’uomo e l’ambiente.
Usi: il cinabro, sia naturale sia sintetizzato, è stato usato in pittura per produrre il pigmento vermiglione, oltre che per l’estrazione del mercurio. E’ sempre servito, fin dall’antichità, per separare l’oro dalle impurità dei minerali nei quali è contenuto.

cinabro 25

Nome: copiapite
il nome deriva da Copiapo, nel Cile.
Diffusione: rara
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: colore giallo, giallo verdastro, giallo, arancio. Lucentezza madreperlacea, da trasparente a traslucida.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: facilmente solubile in acqua, va conservato in contenitori ermetici o sotto plastica.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

copiapite 88

Nome: corindone
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: lucentezza da adamantina a vitrea, da trasparente a traslucido. Si tratta di un minerale allocromatico, cioè si presenta in tutti i colori. La colorazione dipende da elementi chimici coloranti che non alterano la sua composizione chimica. Le principali varietà di corindone sono:
. rubino
. zaffiro
. padparadscha (fiore di loto)
. ametista.
Lo zaffiro comprende a sua volta alcune varietà:
. zaffiro
. zaffiro giallo (topazio orientale)
. zaffiro verde (smeraldo orientale)
. zaffiro viola (ametista orientale)
. zaffiro rosa (patmaranga)
. leucozaffiro: varietà di corindone trasparente ed incolore.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 9 (è l’unica sostanza naturale di durezza 9 nella scala di Mohs)

corindone

Nome: rubino (corindone)
Diffusione: molto rara
Aspetto: il rubino è la più nobile varietà di corindone. Si presenta di colore rosso vivace. Le sue dimensioni non sono eccezionali e sono legate alla trasparenza: i rubini limpidi che superano i 10 carati sono eccezionali.
Durezza: 9

corindone rubino

corindone rubino 2

Nome: zaffiro (corindone)
Il nome deriva dal greco sappheiros (azzurro) o dall’ebraico sappir (la cosa più bella).
Diffusione:
Aspetto: il colore blu azzurro tipico della gemma deriva dalla presenza di ematite e rutilio.
Lo zaffiro stellato è una varietà di zaffiro che presenta l’effetto ottico chiamato asterismo, nel quale si presenta un riflesso luminoso a sei raggi.
Durezza: 9

corindone zaffiro

corindone zaffiro 2

Nome: padparadscha (corindone)
Il suo nome in sanscrito significa fiore di loto
Diffusione: molto raro
Aspetto: colore aranciato, giallo rosa.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 9
Oggi questa pietra ha relativamente poco mercato a causa della sua rarità, anche se alcune gemme raggiungono prezzi molto elevati.

corindone padparadscha

corindone padparadscha 2

Nome: crisocolla
Diffusione: comune
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore verde – blu, lucentezza da vitrea a grassa, traslucido.
Densità: 2 – 4 g/cm³
Durezza: 2 – 4
Proprietà: riscaldata non fonde ma diventa nerastra e colora la fiamma di verde.
Usi: è usato per produrre un pigmento noto come colla d’oro o verde di banda. Utile, anche se non di grande pregio, per l’estrazione del rame.

crisocolla 148

Nome: crocoite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino, prismatico
Aspetto: colore rosso-arancio, rosso, arancio, giallo. Lucentezza adamantina, Traslucido o trasparente.
Densità: 6 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura, molto pesante, fragile. Facilmente fusibile. Esposta alla luce impallidisce e perde lucentezza
Usi: data la sua rarità, ha solo interesse scientifico e collezionistico. Da questo minerale fu estratto per la prima volta l’elemento cromo.

crocoite 90

Nome: cummingtonite
deve il suo nome a Cummington, la località negli USA dove è stato ritrovato.
Diffusione: rara
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: grigio con tonalità rossastre, giallastro, verde scuro, bruno, grigio, beige. Lucentezza vitrea, opacità da trasparente a traslucida.
Densità: 3,7 g/cm³
Durezza: 3 -4
Proprietà: da semidura a dura, pesante.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

cummingtonite139

Nome: danburite
deve il suo nome alla città di Danbury (USA), località in cui venne scoperta.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: allocromatico. Lucentezza vitrea, Opacità da trasparente a traslucido
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 7
Proprietà: al cannello si fonde abbastanza facilmente.
Usi: minerale di esclusivo interesse scientifico e collezionistico

danburite 158

Nome: diamante
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: incolore, giallastro, allocromatico. Lucentezza adamantina, trasparente fino ad opaco.
Densità: 3,5 g/cm³
Durezza: 10
Proprietà: il diamante è una delle forme in cui può presentarsi il carbonio. I diamanti si sono formati, come il petrolio, in milioni di anni, perciò sono un minerale esauribile. La roccia madre è tipicamente la kimberlite. le caratteristiche del diamante sono: estrema durezza, elevato indice di dispersione ottica, altissima conducibilità termica, grande resistenza agli agenti chimici, bassissima dilatazione termica. Il diamante è idrorepellente. E’ il minerale di origine naturale più duro che si conosca.
Usi: i diamanti adatti per uso industriale sono quelli non idonei ad essere utilizzati come gemme. Vengono sfruttati per la loro durezza come strumenti di taglio e molatura, e possono essere usati per lucidare e tagliare qualsiasi materiale, compresi altri diamanti.

diamante

diamante 2

Nome: dolomite
Diffusione: molto diffusa
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: trasparente o traslucida con lucentezza vitrea e talvolta madreperlacea.
Densità: 2,8 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: semidura, molto pesante, fragile. Infusibile.
Usi: le rocce dolomitiche hanno numerose applicazioni industriali: in campo edilizio (pietre da costruzione e ornamentali, preparazione di particolari cementi), in campo metallurgico (refrattari, estrazione del magnesio metallico, fondenti e sali di magnesio). E’ anche un minerale di notevole interesse scientifico e collezionistico.

dolomite 58

Nome: ematite
il nome deriva dal colore rosso, che ricorda quello del sangue, assunto a volte dal minerale, in particolare nella polvere
Diffusione: diffusa
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore grigio rossastro, rosso, nero, da grigio acciaio a nero. Lucentezza metallica, submetallica, terrosa. Da subtraslucido ad opaco.
Densità: 5,3 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: dura, molto pesante, fragile
Usi: l’ematite rossa, che ha una consistenza grassa, è utilizzata da sempre per marchiare il bestiame e tracciare i confini di proprietà, perchè resiste alle intemperie. Da questo minerale viene termine attuale “matita”, perchè questo minerale in effetti venne usato per produrre le prime matite.
L’uso principale è quello dell’estrazione del ferro.

ematite

Nome: epsomite (o sale di Epsom o sale inglese)
Il nome deriva dalla città di Epsom, in Gran Bretagna.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trimetrico
Aspetto: colore bianco, giallastro, verdastro, rosa o rossastro. Lucentezza vitrea o sericea. Da trasparente a traslucido.
Densità: 1,7 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: sapore amaro e salato, solubile in acqua. All’aria si disidrata e diventa opaca.
Usi: usata come integratore di magnesio per le piante. Comunemente usata dall’uomo come lassativo o in bagni per ridurre i gonfiori. In industria è usato in tintoria come mordente.

epsomite 83

Nome: eritrite
deriva dal greco eritros, che significa rosso
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore rosso porpora o da rosso chiaro a viola. Lucentezza adamantina, madreperlacea. Traslucida.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 1,8
Proprietà: tenera, pesante, fonde facilmente.
Usi: importante minerale guida per mineralizzazioni di cobalto.

eritrite 107

Nome: fenacite
il nome deriva dalla parola greca phenax, che significa ingannatore e si riferisce al fatto che il minerale si può facilmente con confondere con altri.
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: trigonale, cristalli prismatici.
Aspetto: incolore, giallo tenue, rosa tenue, grigio. Lucentezza da vitrea ad adamantina. Trasparente a traslucido.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 7,5
Proprietà: durissima, poco pesante, infusibile e insolubile.
Usi: in gioielleria è molto ricercata dal mercato USA.

fenacite 117

Nome: ferrocarfolite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore bianco o verde più o meno pallido. Trasparente o traslucida con lucentezza sericea.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: dura, pesante, solubile in acidi e facilmente fusibile
Usi: minerale di esclusivo interesse scientifico e collezionistico.

ferrocarfolite 138

Nome: ferro-nichel
Diffusione: raro sulla terra, molto comune nei meteoriti
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore grigio acciaio, grigio scuro o nerastro. Opaco con lucentezza metallica sulle superfici fresche.
Densità: 7,5 g/cm³
Durezza: 4 – 5
Proprietà: il ferro-nichel è fortemente magnetico.
Usi: ottima materia prima per la siderurgia ma usata raramente perchè troppo rara

ferro-nichel7

Nome: fluorite
il suo nome potrebbe derivare dal latino fluere (fondere) per il suo utilizzo in metallurgia, oppure dal nome che nel Medioevo i minatori davano a questo minerale, e cioè “fiore dei minerali”. Da fluorite derivano i nomi “fluoro” e “fluorescenza”.
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: ha stupende colorazioni violetto, blu, giallo, verde, rosa, o incolore (pura). Lucentezza vitrea, da trasparente a traslucida.
Densità: g/cm³
Durezza:
Proprietà: esposte ai raggi UV presentano un vistoso fenomeno di fluorescenza. E’ insolubile in acqua. Basso indice di rifrazione.
Usi: utilizzata in metallurgia come fondente, e nell’industria della ceramica. E’ la materia prima per la preparazione dell’acido fluoridrico, da cui si estrae il fluoro. In ottica si usa per la fabbricazione di lenti e prismi.

fluorite 33

Nome: fucsite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore verde smeraldo più o meno intenso, traslucida
Densità: 2,88 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: essendo la varietà cromifera della muscovite, è come questa tenera, leggera, difficilmente fusibile.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

fucsite 142

Nome: gesso
Diffusione: comune
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: incolore e, a seconda delle inclusioni, bianco, grigio, giallo, bruno, bluastro. Lucentezza vitrea, madreperlacea. Trasparente o traslucido.
Densità: 2,3 g/cm³
Durezza: 1,5
Proprietà: può presentare luminescenza gialla e verde ai raggi UV
Usi: macinato e disidratato viene usato in edilizia, nell’odontotecnica, nella scultura, nella cancelleria e nelle varietà nobili colorate di alabastro, come pietra decorativa.
Varietà:
. gesso
. rosa del deserto
. alabastro.

gesso 84

Nome: rosa del deserto (gesso)
Diffusione:
Sistema cristallino: il gesso che compone le rose del deserto cristallizza nel sistema monoclino in aggregati piatti più sottili alle estremità.
Aspetto: è una formazione minerale comune nei paesi desertici.
Proprietà: il gesso è in grado di accrescersi in cristalli incolore o traslucidi anche di notevoli dimensioni.
I nomadi del deserto sono i principali ricercatori e raccoglitori delle rose del deserto, che poi vengono vendute ai turisti ottenendone un piccolo guadagno.

gesso 85

Nome: glauberite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: trasparente con lucentezza vitrea tendente a grassa
Densità: 2,8 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, leggera, esposta all’aria si copre di una patina di gesso.
Usi: estrazione del sale di Glauber, utilizzato nella mordenzatura dei tessuti e in medicina.

glauberite 71

Nome: grafite
deriva dal greco grafein che significa scrivere.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: esagonale compatto
Aspetto: colore grigio, lucentezza metallica, opaca, traslucida se in scaglie.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 1
Proprietà: la grafite è un ottimo conduttore elettrico e ha la più alta temperatura di fusione. La grafite rappresenta uno degli stati allotropici del carbonio.
Usi: viene usata per produrre refrattari, lubrificanti, matite, coloranti ed elettrodi.

grafite 12

Nome: hauyna
prende il nome da R. J. Hauy, mineralogista francese.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore azzurro, verde, rosso,giallo, incolore. Lucentezza vitrea o grassa. Trasparente o traslucida.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: dura, leggera, fonde facilmente in un vetro blu verdastro.
Usi: minerale di esclusivo interesse scientifico e collezionistico.

hauyna

Nome: idrozincite (o fiore di zinco)
il nome deriva dal greco idro (acqua) e zinco.
Diffusione: molto rara
Sistema cristallino: monoclino prismatica
Aspetto: colore bianco, giallo chiaro, grigio, rosa e blu chiaro. Lucentezza madreperlacea per gli aggregati cristallini, sericei gli aggregati massivi. Di solito non trasparente, traslucida.
Densità: 3,5 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: luminescenza blu chiara, fragile.
Usi: l’idrozincite contiene più del 55% di zinco. Quando è presente in concentrazioni consistenti viene usato per ottenere zinco metallico.

idrozincite 67

Nome: lazurite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: isometrico cubico
Aspetto: colore di vari tipi di blu. Lucentezza vitrea, opacità traslucida, trasparente, opaca.
Densità: 2,4 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: durissimo, mediamente pesante, fragile.
Usi: anticamente veniva usata come gemma di pregio, oggi come pietra ornamentale. Il minerale è il componente principale dei lapislazzuli

lazurite

Nome: lepidolite
il nome deriva dal greco lepidos (squama) e lytos (pietra).
Diffusione: raro
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore rosa o lilla, lucentezza madreperlacea. Da trasparente/traslucida ad opaca
Densità: 2,8 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: tenera, leggera, fonde facilmente in un vetro bianco opaco.
Usi: nonostante la sua rarità, questo minerale è la principale fonte di litio.

lepidolite

Nome: leucite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: incolore o bianco, traslucida con lucentezza vitrea, spesso opaca.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 6
Proprietà: dura, leggera, fragile, infusibile.
Usi: utilizzata in passato come fertilizzante per il suo contenuto di potassio e la sua diffusione, ha attualmente soprattutto interesse scientifico e collezionistico.

leucite

Nome: limonite
Limonite è un termine comprensivo che indica una roccia composta da un insieme di minerali e materiali amorfi
Diffusione: molto comune
Aspetto: colore giallo, giallo marrone, bruno, nerastro. Traslucida o semiopaca.
Densità: 2,7 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: molto variabili secondo i componenti e il modo di aggregazione. Di solito semidura, fragile.
Usi: Minerale di ferro non troppo importante perchè poco pregiato nella siderurgia moderna, essendo spesso molto inquinato da fosforo. Le masse terrose di limonite hanno colori che vanno dal bruno al giallo, vengono chiamate ocre e sono utilizzate come coloranti. La più fine è detta “terra di Siena”. Le varietà terrose sono usate per la produzione di creta da modellare.

limonite

Nome: linarite
il nome deriva da quello della città di Linares (Spagna)
Diffusione: raro
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore azzurro, lucentezza vitrea, traslucida
Densità: 5,5 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: tenero, molto pesante.
Usi: interessante per mineralogisti e collezionisti.

linarite

Nome: liroconite
Diffusione: rarissima
Sistema cristallino: monoclino prismatica
Aspetto: colore da blu chiaro a verde. Lucentezza vitrea, da trasparente a traslucida
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: fonde facilmente per dare un vetro grigio scuro. Non è solubile in acqua.
Usi: minerale d’interesse scientifico e collezionistico

liroconite

Nome: magnesite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore bianco, giallastro o grigiastro. Lucentezza vitrea o sericea. Traslucido o trasparente.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, pesante, fragile. Luminescente ai raggi UV
Usi: minerale fondamentale per l’estrazione del magnesio e dei suoi sali; materiale di partenza per la produzione di refrattari per altissime temperature, di cementi speciali e di polveri usate nell’industria della carta, della gomma e farmaceutica.

magnesite

Nome: magnetite
il nome deriva dalla città di Magnesia ad Sipylum (antica Grecia)
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore nero, lucentezza metallica, opaca.
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: è il più antico materiale magnetico conosciuto, già noto agli antichi Greci.
Usi: la magnetite è il minerale ferroso con il più alto tenore di ferro (72,5%) esistente in natura.

magnetite 41

Nome: malachite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: da verde gialla a verde smeraldo. Lucentezza cerea, vitrea, sericea. Opaco.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, pesante, fragile.
Usi: la malachite viene usata in gioielleria e oggettistica semipreziosa (lavori di intaglio).
Veniva usato come pigmento pittorico col nome di verde azzurro di Spagna o verde minerale.
Pietra decorativa di gran pregio in lastre lucidate, per tavolini, scatole e soprammobili.
E’ anche un minerale di rame sfruttato industrialmente e interessante dal punto di vista scientifico e collezionistico.

malachite 66

Nome: melanoflogite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore giallino o roseo, lucentezza umida, trasparente. Il colore è variabile e presenta anomalie ottiche dovute alla presenza di zolfo,
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 6
Proprietà: leggera, durissima. Riscaldata diventa nera ma non fonde
Usi: minerale di importanza solo scientifica e collezionistica

melanoflogite 27

Nome: mercurio nativo
Diffusione: raro
Sistema cristallino: trigonale esagonale
Aspetto: colore grigio scuro, bianco stagno, grigio. Lucentezza metallica. Opaco.
Densità: 14,5 g/cm³
Durezza: liquido
Proprietà: alla temperatura di -39°C il mercurio nativo si presenta sotto forma di cristalli romboedrici.
Usi: nelle amalgame per l’estrazione dell’oro e dell’argento; per la preparazione di esplosivi; in elettrotecnica per grandi raddrizzatori di corrente e in molti apparecchi fisici; in farmacia.

mercurio

Nome: microclino
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: colore bianco, rosa, rosso, giallastro o verde azzurro (varietà amazzonite). Traslucido o trasparente con lucentezza vitrea.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: duro, leggero, infusibile.
Usi: il microclino ha notevole interesse petrologico: l’amazzonite, quando mostra un bel colore verde-azzurro, viene tagliata a perla e lucidata.

microclino 152

Nome: mimetite
dal greco mimethis (imitatore), per la sua somiglianza con la piromorfite.
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore giallo con zonature concentriche, arancione, bruno o marrone, bianco, rosso, verde, verdastro con zonature concentriche. Lucentezza adamantina, vitrea. Da subtrasparente e traslucido, trasparente.
Densità: 7 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, molto pesante, fragile. Facilmente fusibile con emissione di vapori dal forte odore d’aglio
Usi: minerale secondario del piombo, di interesse mineralogico e collezionistico.

mimetite 102

Nome: monazite
dal greco monazein, che significa “essere solitario”.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: marrone rossiccio, marrone, giallo pallido, rosa, verde, grigio. Lucentezza da resinosa a vitrea ad adamantina. Opacità da traslucida ad opaca.
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: contiene metalli delle terre rare. Discretamente radioattiva.
Usi: importante minerale grezzo per l’estrazione del torio, del lantanio e del cerio.

monazite 94

Nome: olivenite
Diffusione:
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore da verde oliva a giallo bruno. Da trasparente a traslucida, con lucentezza subadamantina che diventa sericea nelle varietà fibrose. Più raramente grigia o bianca.
Densità: 4,3 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura. pesante, facilmente fusibile.
Usi: interessante dal punto di vista scientifico e molto ricercata dai collezionisti di minerali.

olivenite 95

Nome: opale
dal sanscrito upala, che significa pietra preziosa.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: amorfo
Aspetto: incolore, allocromatico. lucentezza da vitrea o grassa. Da trasparente a traslucido a opaco.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: il gioco di colori e di luce presente nell’opale è chiamato opalescenza.
Usi: l’opale viene lavorato per evidenziarne gli effetti di colore dovuti all’opalescenza e non tanto per la sua trasparenza (si presta poco alla sfaccettatura).
Gli opali neri e di fuoco sono vere e proprie pietre preziose di grandissimo valore.

opale 30

Nome: oro
Serie: metallo di transizione
Simbolo: Au (dal latino aurum)
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: si trova in natura sotto forma di pepite, grani e pagliuzze nelle rocce.
Densità: 19,3 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: è un metallo di transizione tenero, pesante, duttile, malleabile, di colore giallo (dovuto all’assorbimento delle lunghezze d’onda del blu della luce). Inattaccabile dalla maggior parte dei composti chimici. Un grammo d’oro può essere battuto in una lamina la cui area è un metro quadrato. Si lega con molti metalli. E’ un eccellete conduttore di elettricità.
Usi: gioielleria, odontoiatria, industria elettronica. E’ noto fin dalla Preistoria. E’ utilizzato come base monetaria.

oro 3

Nome: periclasio
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: incolore o colore grigio verdastro. Da trasparente a traslucido con lucentezza vitrea.
Densità: 3, 7 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: duro, pesante, in ambiente umido si altera con facilità estrema
Usi: interessa solo gli studiosi e i collezionisti di minerali

periclasio

Nome: pertite
dal nome della città di Perth (Canada)
Diffusione: comune
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: Non è un minerale unico, ma l’associazione più o meno regolare di venette e pieghe chiare (lacinie) di albite in un cristallo ospite. Le strisce possono essere visibili o più comunemente visibili solo al microscopio (micropertiti), o solo ai raggi UV (criptopertiti).
Densità: 2,5 g/cm³
Proprietà: la discontinuità tra lamella e lamella rende le pertiti fragili.
Usi: Minerale di interesse soprattutto scientifico petrologico e collezionistico. Se ne è avuto qualche impiego in gioielleria.

pertite 155

Nome: philipsite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: incolore o bianco, giallastro, grigiastro. Traslucida o trasparente con lucentezza vitrea
Densità: 2,2 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura, leggera, fragile.
Usi: minerale di esclusivo interesse scientifico e collezionistico.

phillipsite 164

Nome: pirite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: isometrico diploidale. Si presenta in cristalli cubici, ottaedrici, pentagonododecaedrici.
Aspetto: colore giallo ottone chiaro, giallo oro. Lucentezza metallica intensa, opaca.
Densità: 5,1 g/cm³
Durezza: 6,5
Proprietà: si ossida facilmente. Dura, molto pesante, molto fragile. Fonde facilmente dando vapori e lasciando un globulo magnetico.
Usi: veniva usata per l’estrazione del ferro, ma questa lavorazione è svantaggiosa, perchè nel ferro estratto permangono tracce di zolfo. Viene impiegata per produrre acido solforico. Le ceneri ad alto contenuto di ossido di ferro vengono usate nei cementifici.

pirite 29

Nome: pirolusite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore nero, opaca con lucentezza sub metallica
Densità: 5 g/cm³
Durezza: 6,5
Proprietà: dura, pesante, non fonde. Le varietà terrose sono molto tenere ed untuose. Riscaldate diventano dure ed emettono vari gas.
Usi: si usa comunemente nel trattamento delle acque, per la rimozione del ferro e del manganese in esse contenuti. E’ un importante minerale di manganese.

pirolusite 36

Nome: piromorfite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore verde, giallo o bruno brillante. Lucentezza resinosa.
Densità: 7 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura,molto pesante, fragile
Usi: di importanza subordinata come minerale di piombo, e ricercato da collezionisti di minerali e da musei.

piromorfite 101

Nome: platino nativo
è un minerale composto da platino
Serie: metalli di transizione
Simbolo: Pt
Diffusione: molto raro
Aspetto: colore bianco grigiastro, acciaio, grigio acciaio, grigio scuro. Lucentezza metallica, opaco. Si rinviene in granuli dispersi o in pepite.
Densità: 21,4 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: è un metallo di transizione malleabile, duttile (è il metallo più duttile dopo oro e argento). Resiste alla corrosione.
Usi: è usato in gioielleria, per produrre attrezzi da laboratorio, contatti elettrici, in odontoiatria, in dispositivi anti-inquinamento nelle automobili, per produrre catalizzatori per l’industria chimica.

platino 8

Nome: psilomelano
Diffusione: raro
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore nero, opaco con lucentezza sub metallica.
Densità: 4,5 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: semiduro, pesante, spesso untuoso al tatto. Non fusibile.
Usi: importante minerale di manganese, quando è in masse consistenti.

psilomelano 37

Nome: purpurite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore da porpora scuro a viola scuro
Densità: 3,2 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, pesante, facilmente fusibile.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico

purpurite 93

Nome: quarzo
Diffusione: è il secondo minerale più abbondante nella crosta terrestre (dopo i feldspati).
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: allocromatico, lucentezza vitrea, da trasparente ad opaco
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 7
Proprietà: il quarzo ha notevole stabilità chimica, è inattaccabile dagli acidi, ha elevata durezza, resistenza meccanica e resistenza al calore.
Usi: oltre ad essere molto utilizzato come ornamento, il quarzo viene sfruttato per le sue proprietà in molti modi (oscillatori per orologi e apparecchiature elettroniche; rivestimenti e piani di lavoro; parti ottiche per usi scientifici). In forma di sabbia quarzosa è la materia prima per la produzione del vetro.
Varietà: essendo uno dei minerali più diffusi sulla Terra, il quarzo ha molte varietà differenti:
. macrocristallina: cristalli visibili ad occhio nudo
. microcristallina: cristalli visibili solo al microscopio
. criptocristallina: aggregati di cristalli non visibili al microscopio (calcedonio)

quarzo19

Nome: rame
Serie: metalli di transizione
Simbolo: Cu
Diffusione: rarissimo
Aspetto: il rame è un metallo rosato o rossastro,
Densità: 8,9 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: Il rame ha conducibilità elettrica e termica elevatissime, è molto resistente alla corrosione, è facilmente lavorabile, forma molte leghe combinato con alti metalli (con lo stagno forma il bronzo, e con lo zinco forma l’ottone). Combatte la proliferazione dei batteri.
Usi: cavi elettrici; tubature per il trasporto dell’acqua potabile, gas, combustibili liquidi; lastre per edilizia, gronde; maniglie, pomelli, finiture per arredamento; scultura; supporto pittorico; macchine a vapore; valvole; padelle e posate; per colorare vetro e ceramiche; strumenti musicali, superfici batteriostatiche (ospedali); ecc…

rame

Nome: rodocrosite
il nome deriva dal greco rosa e colore.
Diffusione: raro
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore rosso, rosso-rosaceo, grigio-giallastro, bruno, rosa, da incolore a rosa pallido, rosso-aranciato, rosa carnicino. Lucentezza vitrea o perlacea. Traslucido, subtrasparente, trasparente.
Densità: 3,7 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: semidura, pesante, fragile. E’ infusibile, scaldata annerisce.
Usi: i rari cristalli trasparenti vengono tagliati a faccettatura, gli altri a sferette. In America è anche chiamato “Rosa degli Incas”, Gli Incas, infatti, utilizzavano questo minerale per estrarre argento e rame.

rodocrosite 50

Nome: rutilio
Diffusione: raro
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore giallo, rosso, bruno, nero. Opaco o traslucido con lucentezza metallica. Molto raramente trasparente con lucentezza adamantina.
Densità: 4,3 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: molto duro, pesante, fragile. Non fonde ed è inattaccabile dagli acidi.
Usi: ha interesse economico per l’estrazione dell’uranio.

rutilio 32

Nome: salgemma o halite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore bianco, grigiastro, rosato, bluastro, violetto, arancio. Lucentezza vitrea o grassa, Traslucido.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: è un minerale fatto di cloruro di sodio. Ha sapore salato, è solubile in acqua, è leggermente igroscopico.
Usi: ha tutti gli usi del cloruro di sodio (sale da cucina). Essenziale per la vita sulla terra, è un esaltatore di sapidità, conserva i cibi, è un reagente usato in chimica, viene usato sulle strade come antigelo

salgemma 31

Nome: scapolite
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore biancastro, azzurro, roseo. Traslucida o trasparente con lucentezza vitrea.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: dura, leggera, fortemente luminescente ai raggi UV. Fonde facilmente in una massa bollosa.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico.

scapolite 163

Nome: scheelite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore bianco, giallo cera. Lucentezza cerosa.
Densità: 6 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: peso specifico elevato e intensa fluorescenza bianca ai raggi UV,
Usi: minerale utile per l’estrazione del tungsteno, utilizzato per la fabbricazione di lampadine e per acciai speciali.

scheelite 91

Nome: sepiolite
il nome si riferisce al fatto che somiglia all’osso di seppia. Siccome è possibile trovarla galleggiante sul Mar Nero, è anche chiamata “schiuma di mare”.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore bianco grigio, bianco giallo, bianco verdazzurro, bianco rosso, grigio. Lucentezza assente o fievole, Opaca.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: appena estratto è molle, ma indurisce quando esposto al calore solare o essiccato. Assorbe velocemente acqua e sostanze grasse senza deformarsi.
Usi: viene usata per il restauro del marmo, L’uso principale è la realizzazione di piccole sculture e pipe per fumatori.

sepiolite 149

Nome: serpentino
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: monoclino e rombico
Aspetto: colore verde, a volte bianco o bianco giallastro. Lucentezza da grassa a madreperlacea. Lucentezza opaca o molto raramente traslucida.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: semiduro, leggero, da difficilmente fusibile a infusibile
Usi: le rocce serpentinose hanno impieghi in edilizia e nella costruzione di massicciate ferroviarie. La varietà fibrosa o “amianto serpentino” è un ottimo isolante termico ed acustico.

serpentino 147

Nome: serpierite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore azzurro cielo, trasparente con lucentezza vitrea passante a madreperlacea sulle superfici di sfaldatura.
Densità: 2,5 g/cm³
Durezza: non determinata
Proprietà: leggera, solubile in acidi
Usi: minerale raro di interesse scientifico e collezionistico.

serpierite

Nome: sfalerite (o blenda)
il nome deriva dal greco sfaleros (ingannatore).
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore da bruno chiaro a bruno scuro, anche giallo, rosso, verde, giallo-verde, bianco e nero. Adamantina sui piani di sfaldatura, vitrea, resinosa. Opacità trasparente, da traslucida a opaca.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 3,5
Proprietà: semidura, pesante, molto fragile. Fluorescente ai raggi UV.
Usi: è il minerale dal quale si estrae industrialmente lo zinco, e come sottoprodotto anche il cadmio, il gallio e l’indio.

sfalerite 22

Nome: siderite
prende il nome dal greco sideros (ferro)
Diffusione: molto comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: da trasparente a traslucida con lucentezza vitrea vivace.
Densità: g/cm³
Durezza: 4,5
Proprietà: semidura, pesante, fragile. Infusibile, al calore si scurisce e diventa magnetica.
Usi: è un minerale molto ricercato per l’estrazione del ferro, perchè è composto per il 48% da ferro e non contiene zolfo nè fosforo. Ha anche interesse scientifico e collezionistico.

siderite

Nome: sillimanite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore bianco, marrone o grigio. Lucentezza vitrea.
Densità: g/cm³
Durezza: 7,5
Proprietà: dura, pesante, insolubile e infusibile
Usi: per l’alto contenuto di allumina, la sillimanite viene impiegata per la produzione di materiali refrattari. Non essendo plastica, non si può usare direttamente per formare il mattone refrattario finale, per questo la si macina e la si mescola all’argilla.

sillimanite 120

Nome: smithsonite
Prende il nome da J Smithson, che per primo studiò questo materiale.
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: allocromatica. Lucentezza da vitrea a perlacea e da vitrea a semigrassa. Da trasparente a traslucida.
Densità: 4,4 g/cm³
Durezza: 4,5
Proprietà: fluorescente ai raggi UV.
Usi: minerale da cui si estrae lo zinco. Quando è di bel colore o presenta zonature attraenti viene lucidata e utilizzata come pietra ornamentale. E’ interessante anche da un punto di vista scientifico e collezionistico.

smithsonite

Nome: sodalite
Diffusione: comune
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: colore azzurro intenso, bianco, grigio con sfumature verdine. Traslucida con lucentezza vitrea.
Densità: 2, 2 g/cm³
Durezza: 5
Proprietà: dura, leggera, fragile.
Usi: in gioielleria viene usata come pietra ornamentale in collane, lastrine lucidate e vari altri oggetti ornamentali scolpiti.

sodalite 160

Nome: spinello
Diffusione: raro
Sistema cristallino: cubico
Aspetto: incolore (raro), rosso, azzurro, bruno-nero in gradazioni variabili. Lucentezza vitrea, Trasparente o traslucido.
Densità: 3,5 g/cm³
Durezza: 7,5
Proprietà: durissimo, pesante
Usi: la varietà rossa è una gemma di discreto pregio che può raggiungere notevoli dimensioni.

spinello

Nome: tarbuttite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: cristalli prismatici tozzi e ricchi di facce, striati, incolori o con toni bianchi, rosa, gialli o verdi. Trasparenti o traslucidi con lucentezza vitrea o madreperlacea.
Densità: 4,1 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, pesante, solubile e facilmente fusibile
Usi: è un minerale che non ha alcun impiego pratico; interessa i mineralogisti e i collezionisti.

tarbuttite 97

Nome: tirolite
il suo nome deriva dalla regione del Tirolo
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino prismatica
Aspetto: colore verde chiaro, verde bluastro, grigio azzurro. Lucentezza vitrea o madreperlacea. Traslucida.
Densità: 3,2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: flessibile, buon condutture di corrente elettrica, fonde ed emana odore agliaceo
Usi: interesse limitato al campo scientifico e collezionistico

tirolite

Nome: titanite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: monoclino. I cristalli tendono ad assumere una forma a cuneo
Aspetto: colore grigio, bruno, verde, giallo, nero. Lucentezza resinosa o adamantina. Trasparente o traslucida.
Densità: 3,4 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: dura, pesante
Usi: se in masse considerevoli è sfruttata come minerale del titanio e dei suoi composti. Le varietà limpide e di colore piacevole vengono tagliate o sfaccettate ottenendo pietre preziose di bellissimo effetto e di grande pregio. Presenta interesse scientifico e collezionistico.

titanite

Nome: topazio
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trimetrico rombico
Aspetto: colore giallo, giallo bruno, azzurro, rosa, violetto, arancio, rosso, incolore. Trasparenza da vitrea a grassa.
Densità: 3,5 g/cm³
Durezza: 8
Proprietà: durissimo, pesante, fragile
Usi: i cristalli più puri e colorati sono impiegati in gioielleria:

topazio 125

topazio 2

Nome: torbernite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore verde smeraldo, verde chiaro, verde mela. Lucentezza vitrea, subadamantina, perlacea sulle facce di sfaldatura. Traslucido.
Densità: 3,2 g/cm³
Durezza: 2,5
Proprietà: è un minerale fortemente radioattivo e fluorescente.
Usi: è un minerale utile per l’estrazione dell’uranio

torbernite 114

Nome: tormalina
Diffusione: comune
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore vario, lucentezza vitrea, subadamantina. Lucentezza opaca, traslucida, trasparente.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 7,5
Proprietà: Le tormaline risultano dotate di piroelettricità (si caricano elettricamente se prima riscaldate e poi raffreddate) e piezoelettricità (si caricano elettricamente se sottoposte a pressione).
Usi: viene utilizzata per costruire manometri ad alte pressioni. Le varietà trasparenti hanno impiego in gioielleria.

tormalina 135

Nome: tremolite
il nome deriva da quello del luogo di ritrovamento, la val Tremola (Svizzera)
Diffusione: monoclino
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore bianco, grigio, da lavanda a rosa. Lucentezza vitrea.
Densità: 3 g/cm³
Durezza: 5 – 6
Proprietà: dura, leggera, fragile.
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico. Le varietà fibrose hanno lo stesso impiego dell’amianto di serpentino, col vantaggio di essere un migliore isolante elettrico.

tremolite

Nome: tridimite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: incolore, bianco, giallastro, grigio. Lucentezza da vitrea a perlacea. Opacità da trasparente a traslucido.
Densità: 2,3 g/cm³
Durezza: 7
Proprietà: durissima, leggera, molto resistente al calore
Usi: naturale ha solo interesse scientifico e collezionistico per la sua rarità. La tridimite sintetica entra nella composizione di refrattari siderurgici e nelle ceramiche di alta temperatura.

tridimite 28

Nome: turchese
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: colore blu, blu verde, verde grigio, blu chiaro, azzurro verde. Lucentezza cerea o vitrea. Opacità da opaca a subtraslucida, raramente i cristalli sono trasparenti
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 5 – 6
Proprietà: dura, leggera, molto fragile.
Usi: usata fin dall’antichità come pietra preziosa ed ornamentale.

turchese 110

Nome: ulexite
il nome deriva da quello di G L Ulex, chimico tedesco
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: triclino
Aspetto: incolore o bianco. Lucentezza vitrea, sericea in fibre. Opacità trasparente.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: ha luminescenza bianca. I cristalli si comportano come fibre ottiche. Appoggiato ad esempio su uno scritto, le lettere appaiono come se galleggiassero. Per questo negli USA l’ulexite è chiamata “pietra televisione”.
Usi: spesso viene usata come gemma. Minerale per l’estrazione del boro.

ulexite

Nome: valentinite
il nome deriva da Basilius Valentinus, chimico e alchimista tedesco che scoprì le proprietà dell’antimonio.
Diffusione: rarissima
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore bianco, grigio, grigio giallo o rossastro. Lucentezza subadamantina, madreperlacea sui piani di sfaldatura. Traslucido.
Densità: 5,6 g/cm³
Durezza: 2 – 3
Proprietà: tenera o semidura, fragile, volatilizza senza fondere
Usi: minerale utile per l’estrazione dell’antimonio.
valentinite 43

Nome: vanadinite
Diffusione: raro
Sistema cristallino: esagonale
Aspetto: colore bruno, giallo, brunastro, rosso, incolore, verde, granato. Lucentezza adamantina, subadamantina, resinosa, vitrea
Densità: 7 g/cm³
Durezza: 2,5 – 4
Proprietà: semidura, molto pesante, fragile.
Usi: si usa per l’estrazione del vanadio e per preparare colori e mordenti.

vanadinite 103

Nome: variscite
il nome deriva da Variscia, una regione della Germania
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: colore da verde pallido a smeraldo, verde bluastro, da incolore a bianco, tonalità chiare di marrone o giallo, raramente rosso. Lucentezza vitrea, cerosa. Trasparente o traslucida.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 3,5 – 4,5
Proprietà: semidura, leggera, infusibile.
Usi: come materiale ornamentale, lisciato e lucidato, è talora smerciato come turchese. Una varietà commerciale, nota come “amatrice” è una miscela di variscite e calcedonio, un po’ più dura del minerale puro.

variscite 105

Nome: vivianite
il nome deriva dall’industriale minerario inglese J H Vivian
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: colore bianco, blu verdastro, blu indaco, blu scuro. Lucentezza vitrea, madreperlacea e fievole. Opacità traslucida o opaca.
Densità: 2,6 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: è settile, le sue lamine sono flessibili. Col riscaldamento assume il colore rosso e si trasforma in una piccola perla magnetica
Usi: quando è in grande quantità, viene estratta per essere impiegata come colorante di poco prezzo, normalmente interessa mineralogisti e collezionisti di minerali.

vivianite 106

Nome: volborthite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino
Aspetto: lamelline verde oliva. Traslucida o trasparente, con lucentezza da vitrea a madreperlacea.
Densità: 3,8 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: semidura, pesante, solubile in acidi e facilmente fusibile.
Usi: minerale d’interesse scientifico e collezionistico
volborthite 104

Nome: wavellite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: rombico
Aspetto: incolore, allocromatico. Lucentezza da vitrea a resinosa. Traslucida.
Densità: 2,4 g/cm³
Durezza: 4
Proprietà: semidura, leggera
Usi: se in quantità economicamente sfruttabili, viene estratta per preparare fertilizzanti a base di fosfati

wavellite 109

Nome: whewellite
Diffusione: rarissimo
Sistema cristallino: monoclino prismatica
Aspetto: colore brunastro, grigio, giallo bruno, incolore, bianco, giallo, bruno, incolore in controluce. Lucentezza vitrea perlacea. Trasparente o traslucida.
Densità: 2,2 g/cm³
Durezza: 3
Proprietà: tenera, leggera,
Usi: minerale di interesse scientifico e collezionistico. Ricordiamo che è uno dei costituenti cristallini principali dei calcoli renali e dei precipitati urinari.

whewellite 166

Nome: willemite
Diffusione: rarissima
Sistema cristallino: trigonale
Aspetto: colore bruno, giallo, verde mela, bianco. Lucentezza da resinosa a vitrea. Da trasparente a opaco.
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: dura, pesante, infusibile. Alcune varietà sono fluorescenti sul verde intenso ai raggi UV.
Usi: minerale industriale dello zinco.

willemite 118

Nome: wulferite
Diffusione: relativamente rara
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: colore bruno, giallo, verde mela, bianco. Lucentezza da resinosa a vitrea, Da trasparente a opaco
Densità: 4 g/cm³
Durezza: 5,5
Proprietà: semidura, molto pesante, facilmente fusibile.
Usi: minerale d’importanza secondaria per l’estrazione del molibdeno e assai ricercato dai collezionisti

wulfenite 92

Nome: zircone
Diffusione: comune
Sistema cristallino: tetragonale
Aspetto: zircone alto: arancio rossastro, rosso, bruno, azzurro, incolore
zircone intermedio: verde e verde-giallo
zircone basso: verde giallastro e verde oliva
Densità: 4,6 g/cm³
Durezza: 7,5
Proprietà:
Usi: è un minerale importante per l’estrazione di zirconio, afnio e torio. Alcune varietà sono utilizzate come gemme (zircone incolore, azzurro o “starlite”, rosso o “giacinto”, giallo o “giargone”, verde o “malacon”).
Varietà:
. zircone alto: il più pregiato, che forma cristalli a prisma
. zircone intermedio: ha la struttura cristallina parzialmente danneggiata dalla radioattività dei giacimenti
. zircone basso: la struttura cristallina è stata totalmente danneggiata dalla radioattività dei giacimenti.

zircone 119

Nome: zolfo
Simbolo: S
Diffusione: raro
Gruppo cristallino: rombico
Aspetto: colore giallo, giallo scuro, giallo grigio, rossastro, verdastro. Lucentezza adamantina, untuosa. Opacità da trasparente a traslucido.
Densità: 2 g/cm³
Durezza: 2
Proprietà: durezza molto bassa, molto leggero, fragile. Cattivo conduttore di calore. Si carica di elettricità per sfregamento.
Usi: lo zolfo è impiegato per la produzione di acido solforico e per la preparazione di antiparassitari.

zolfo 14

 

_________________________

Disclaimer: “Per redigere questa mia presentazione ho utilizzato i miei album e appunti personali e consultato vari album di altri autori e articoli nel web. Per leggere online o acquistare le copie legali di tali opere consultate segui i link:
– Album for ages 3-6/6-9 – Language di montessoriteacherscollective (Moteaco)
– The Great Lessons di montessoriteacherscollective (Moteaco)
– Cultural album di wikisori.org
– Cosmic education di montessoricommons
Miss Barbara – Great Lessons (but the site is now offline)
Manual On Cosmic Education: An Integrated Approach To A Responsible Attitude Towards People And Nature (Nienhuis Montessori )
– D’ Neil Duffy – Children of the Universe ~ Third Edition – Cosmic Education in the Montessori Elementary Classroom from Parent Child Press
– Montessori Elementary Albums – Language by Keys of the Universe
– Five Great Lessons – NAMC
– EDUCATION FOR HUMAN DEVELOPMENT – Understanding Montessori – MARIO M. MONTESSORI JR
– The complete Montessori language arts teacher’s manual di Open Door Press
– Language album di freemontessori.org
Language arts elementary vol 1
di themontessoriparent.com, che ha suggerito l’aggiunta di questo disclaimer in accordo con la sua politica di copyright.
Ho inoltre consultato i testi di riferimento di Maria Montessori per il linguaggio e l’educazione cosmica:
L’autoeducazione nelle scuole elementari
Dall’infanzia all’adolescenza
Educazione e pace
Maria Montessori Come educare il potenziale umano

Per una bibliografia completa delle opere di Maria Montessori vai qui. Leggi anche la bibliografia di seguito

_________________________
EDUCAZIONE COSMICA
Bibliografia e link utili

educare alla libertà
Maria Montessori Educare alla libertà

la scoperta del bambino
Maria Montessori La scoperta del bambino

impariamo dai bambini a essere grandi
Maria Montessori Impariamo dai bambini a essere grandi

 

 

PRIMA GRANDE LEZIONE

Universo:
http://visav.phys.uvic.ca/ linea cosmica del tempo
http://www.pbs.org/deepspace/timeline/index.html time line Universo
http://www.bigbangtowww.org/ time line
http://setiitalia.altervista.org/index.html sole cielo terremoti (italiano)
http://universe-review.ca/F00-contents.htm tutto sull’Universo, i pianeti, le stelle
http://solarsystem.nasa.gov/multimedia/index.cfm immagini dell’Universo
http://historyoftheuniverse.com/ l’Universo dal Big Bang a oggi con molte immagini
http://www.bigbangtowww.org/ bellissimo sito con informazioni e immagini per carte tematiche e time line da farsi in proprio
http://antwrp.gsfc.nasa.gov/apod/astropix.html Astronomy picture of the day.
http://www.psi.edu/projects/planets/planets.html Da dove vengono i pianeti?
http://www.superstringtheory.com/cosmo/cosmo1.html origine dell’Universo.
http://www.damtp.cam.ac.uk/user/gr/public/gal_home.html galassie.
http://zebu.uoregon.edu/disted/ph123/galaxies.html galassie
http://www.nasa.gov/ archivio immagini in ordine alfabetico nasa per studenti
http://www.nasa.gov/ risorse educative nasa pagina di ricerca
https://www.dvidshub.net/search?q=supernova#.VNpmr9KG-X0 bellissimo per fare carte tematiche
http://coolcosmos.ipac.caltech.edu/ immagini dell’universo a infrarosso
http://amazing-space.stsci.edu/capture/solarsyst/ molto sullo spazio
http://www.noao.edu/ immagini dell’universo e materiali
http://www.pinegreenwoods.com/ carte tematiche universo e tutte le lezioni Montessori
http://www.dinofish.com/Timeline2cx.html linea del tempo
http://www.ptable.com/?lang=it tavola periodica degli elementi interattiva (Italiano)
http://www.av8n.com/physics/periodic-table.htm#sec-full tavola periodica tridimensionale
http://www.minerva.unito.it/ tavola periodica per immagini (italiano)
https://www.cfa.harvard.edu/seuforum/bb_popup_history2.htm per schede nascita universo Harvard
http://solarsystem.nasa.gov/multimedia/display.cfm?IM_ID=188
http://www.slideshare.net/
http://universe-review.ca/index.htm
http://hubblesite.org/
http://nasasearch.nasa.gov/
http://science.nasa.gov/
http://solarsystem.nasa.gov/
http://solarsystem.nasa.gov/
http://it.wikipedia.org/wiki/Oggetti_del_sistema_solare_per_dimensione

tavola periodica
http://images-of-elements.com/uranium.php
http://periodictable.com/Elements/102/index.html
http://www.webelements.com/promethium/history.html

Sistema solare
http://www.exploratorium.edu/ il tuo peso sugli altri pianeti.
http://heasarc.gsfc.nasa.gov/ pianeti (per bambini).
http://www.bigbangtowww.org/ sito per bambini per pianeti e stelle
http://web.archive.org/ astronomia per bambini, molto materiale
http://www.exploratorium.edu/ modello di sistema solare in proprio convertitore automatico e links
http://www.windows.ucar.edu tante immagini sul sistema solare belle.
http://nineplanets.org/ tour multimediale nel Sistema Solare
http://www.cosmographica.com/ immagini artistiche dello spazio

Esperimenti scientifici
http://www.bbc.co.uk/ scienze
http://cmase.uark.edu/ esperimenti scientifici
http://kids.nationalgeographic.com/ risorse educative National geographic
http://celebrating200years.noaa.gov/ esperimenti scientifici da fare
http://www.chem4kids.com/index.html chimica per bambini

Tettonica a placche
http://web.archive.org/web/ placche e mappe e paleo mappe

Rocce
http://web.archive.org/ bellissimo per fare le card: tutto su minerali e rocce con immagini e didascalie
http://www.cotf.edu/ ciclo delle rocce
http://www.rocksandminerals.com/ rocce e minerali

Vulcani
http://volcano.oregonstate.edu vulcani
http://www.geo.ntu.edu/volcanoes/ mappa dei vulcani attivi del mondo
http://pubs.usgs.gov/gip/volc/types.html tipi di vulcano
http://www.field-trips.org/tours/vulcani delle Hawaii.
http://www.dinosauria.com/dml/maps.htm le ere geologiche.
http://zebu.uoregon.edu/disted/ph123/pth.html storia delle placche tettoniche
http://www.ceri.memphis.edu/public/
http://www.scotese.com/earth.htm Come sono cambiati i continenti
http://www.EnchantedLearning.com/tettoniche

Scienze fisiche
http://www.jetpunk.com/tags.geography.php
http://appliancehelp.com/
http://www.chromebattery.com/battery-kids/
http://www.mapmsg.com/games/statetris/
http://www.sheppardsoftware.com
http://micro.magnet.fsu.edu
http://www.museum.state.il.us/exhibits/ice_ages/index.html
http://zebu.uoregon.edu/disted/ph123/images/earthstruc.gif
http://dmns.org/main/minisites/iceage/index.html>
http://www.quia.com/custom/29gate.html
http://www.quia.com/custom/407gate.html
http://www.quia.com/custom/512gate.html
http://ww2010.atmos.uiuc.edu/(Gh)/guides/mtr/hyd/home.rxml
http://www.webelements.com/webelements/scholar/index.html
http://chemicalelements.com/index.html
http://www.ps.uci.edu/~superk/significance.html
http://www.edheads.org/activities/simple-machines/index.htm

SECONDA GRANDE LEZIONE MONTESSORI

Linea del tempo della vita
http://discoverymoments.com/
http://www.talkorigins.org/
http://www.fossils-facts-and-finds.com/
http://www.bigbangtowww.org/
http://museumvictoria.com.au/
http://en.wikipedia.org/wiki/Geologic_time_scale
http://www.bgs.ac.uk/discoveringGeology
http://www.globalcommunity.org
http://www.uky.edu

Ere geologiche
http://www.fossils-facts-and-finds.com fossili ere geologiche orologio delle ere terra
http://www.esse.ou.edu
http://www.ucmp.berkeley.eduere geologiche
http://www.ucmp.berkeley.edu/help/timeform.html
http://www.bbc.co.uk/nature/history_of_the_earth
http://www.devoniantimes.org/
http://universe-review.ca/ tutto sulla terra, le ere, gli habitat, le origini della vita e i viventi
http://web.archive.orgevoluzione per bambini
http://www.evogeneao.com/ evoluzione
http://www.ucmp.berkeley.edu/paleo/fossils/
http://www.lifethroughtime.com/
http://www.globalcommunity.org/
http://www.paleoportal.org/
http://www.bbc.co.uk/sn/prehistoric_life/ Science and Nature Il sito web della BBC contiene una sintesi affascinante di vita preistorica che gli studenti e gli insegnanti possono esplorare insieme (Inglese)
http://ebook.scuola.zanichelli.it/ (Italiano)
http://it.wikipedia.org/wiki/Portale:Geologia

Dinosauri
http://www.kidsdinos.com/
http://www.ucmp.berkeley.edu/diapsids/dinosaur.html
http://www.ZoomDinosaurs.com/subjects/dinosaurs/mesozoic/
http://www.search4dinosaurs.com/
http://dinosaurs.about.com/
http://www.internal.schools.net.au/

Classificazione degli animali:
http://www.amnh.org/exhibitions/
http://www.discoverlife.org/nh/

Funghi
http://www.ucmp.berkeley.edu/
http://herbarium.usu.edu/

Piante
http://www.ucmp.berkeley.edu/
http://www.gardendigest.com/
http://share4.esd105.wednet.edu/
http://www.amnh.org/ molto materiale sulle piante
http://www.botanical-online.com

Ecologia
http://desertusa.com/life.html
http://worldbiomes.com
http://www.ucmp.berkeley.edu/
http://www.cotf.edu/

Cartografia
http://www.bbc.co.uk
http://academic.emporia.edu
http://www.henry-davis.com
http://time.gov

Universo:
http://visav.phys.uvic.ca/ linea cosmica del tempo
http://setiitalia.altervista.org sole cielo terremoti (italiano)
http://universe-review.ca tutto sull’Universo, i pianeti, le stelle
http://solarsystem.nasa.gov/ immagini dell’Universo
http://historyoftheuniverse.com/ l’Universo dal Big Bang a oggi con molte immagini
http://www.bigbangtowww.org/ bellissimo sito con informazioni e immagini per carte tematiche e time line da farsi in proprio
http://antwrp.gsfc.nasa.gov/ immagine del giorno dal sito della NASA
http://www.psi.edu/projects/ origine dei pianeti
http://www.superstringtheory.com/cosmo/cosmo1.html origine dell’Universo
http://www.damtp.cam.ac.uk/user/gr/public/gal_home.html galassie.
http://zebu.uoregon.edu/disted/ph123/galaxies.html galassie
http://www.nasa.gov/ archivio immagini in ordine alfabetico nasa per studenti
http://www.nasa.gov/ risorse educative nasa pagina di ricerca
https://www.dvidshub.net/ bellissimo per fare carte tematiche
http://coolcosmos.ipac.caltech.edu/ immagini dell’universo a infrarosso
http://amazing-space.stsci.edu molto sullo spazio
http://www.noao.edu/ immagini dell’universo e materiali
http://www.pinegreenwoods.com/ carte tematiche universo e tutte le lezioni Montessori
http://www.dinofish.com/Timeline2cx.html linea del tempo
http://www.ptable.com/?lang=it tavola periodica degli elementi interattiva (Italiano)
http://www.av8n.com/physics/ tavola periodica tridimensionale
http://www.minerva.unito.it/ tavola periodica per immagini (italiano)

Sistema solare
http://www.exploratorium.edu/ il tuo peso sugli altri pianeti.
http://heasarc.gsfc.nasa.gov/ i pianeti del sistema solare
http://www.bigbangtowww.org sito per bambini per pianeti e stelle, con attività
http://web.archive.org/
http://www.enchantedlearning.com/
astronomia per bambini, molto materiale
http://www.exploratorium.edu costruisci un modello di sistema solare in proprio convertitore automatico e links (bello)
http://www.windows.ucar.edu tante immagini sul sistema solare belle.
http://nineplanets.org/ tour multimediale nel Sistema Solare
http://www.cosmographica.com immagini artistiche dello spazio e delle origini

Tettonica a placche
http://web.archive.org/ placche e mappe e paleo mappe

Rocce
http://web.archive.org/web/ bellissimo per fare le card: tutto su minerali e rocce con immagini e didascalie
http://www.cotf.edu/ il ciclo delle rocce
http://www.rocksandminerals.com rocce e minerali

Vulcani
http://volcano.oregonstate.edu
http://www.geo.ntu.edu/volcanoes/
http://pubs.usgs.gov/
http://www.field-trips.org/
http://www.dinosauria.com/dml/maps.htm
http://zebu.uoregon.edu/disted/ph123/pth.html
http://www.ceri.memphis.edu/public/
http://www.scotese.com/earth.htm
http://www.EnchantedLearning.com/

TERZA GRANDE LEZIONE

http://minus.com/mkXEVz5As grafico dell’evoluzione umana
http://www.bigbangtowww.org/ civiltà antiche e dimenticate
http://www.mrdonn.org/ storia antica lezioni giochi attività
http://web.archive.org/ storia antica
http://www.fossils-facts-and-finds.com/ fossili e preistoria
http://www.historyforkids.org/ storia per bambini
http://web.archive.org/web/ anti capitalismo
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/
http://web.archive.org/web/ (Grecia)
http://amyswandhttp://www.thegreatstory.org/kids.html (antica Roma)
https://www.teacherspayteachers.com (3.50 costo di carte linea del tempo storia dell’arte)
https://www.cuchicago.edu/ storia dell’arte bellissimo
http://d-maps.com/index.php?lang=en (mappe e mappe antiche)
http://etc.usf.edu/maps/index.htm mappe storiche
http://www.bbc.co.uk/ uomo preistorico
http://home.freeuk.net/ Vichinghi.
http://csis.pace.edu/grendel/projs3h/castles.htm castelli
http://www.chronique.com/Kids/crusader.htm Storia medioevale.
http://www.pbs.org/empires/romans/index.html antica Roma.
http://the-north-pole.com/around/ natale nel mondo

QUARTA LEZIONE
http://www.historian.net/hxwrite.htm I mutamenti della scrittura nel tempo.
http://www.eyelid.co.uk/hiero1.htm traduttore in geroglifici
http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_della_scrittura storia della scrittura (Italiano)
http://www.funsci.com/fun3_it/scrittura/scrittura.htm storia della scrittura (Italiano)
http://www.funzioniobiettivo.it/ storia della scrittura (Italiano)
http://www.instoria.it/home/nascita_scrittura.htm nascita della scrittura (Italiano)

Sono Maria Marino. Mi occupo di pedagogia, didattica, arte e manualità. Lapappadolce è il sito che scrivo come insegnante e mamma, per contribuire nel mio piccolo a rendere più accessibili a tutti i bambini, a scuola o a casa, la didattica Montessori, la pedagogia Waldorf, e tutte le pratiche educative che ho imparato con loro e in cui credo.