Comandi sui verbi: lezioni accompagnate da esperimenti

Comandi sui verbi: lezioni accompagnate da esperimenti per bambini della scuola primaria, col materiale pronto per il download e la stampa in formato pdf.

Abbiamo visto che per aiutare i bambini a comprendere la funzione del verbo facciamo loro eseguire delle azioni, sia con le frasi della scatola grammaticale III, sia con le buste dei comandi.

Possiamo anche fare in modo che eseguendo determinate azioni, i bambini apprendano concetti scientifici: invece di eseguire semplici movimenti, l’insegnante eseguirà davanti ai bambini degli esperimenti, che poi i bambini potranno ripetere in autonomia nei giorni successivi, seguendo  le indicazioni scritte in comandi specifici

Questi sono i comandi originali, proposti da Maria Montessori:

Tema: Mescolare, emulsionare, stemperare.
Comandi:
Mescola in un bicchiere acqua e aceto.
– Metti in un bicchiere un po’ di olio e battilo fortemente finché sia emulsionato.
Stempera in due provette dell’anilina rossa e dell’anilina gialla; poi mescola in parti uguali le due acque colorate e osserva se si forma un altro colore.

Tema: Sciogliere, fare la sospensione, saturare.
Comandi:
– Metti un pochino di zucchero nell’acqua e muovila con un cucchiaino finché si è sciolto tutto. L’acqua deve restare limpida e lo zucchero deve sparire.
– Metti molto zucchero in poca acqua e muovila col cucchiaino; se lo zucchero sparisce solo in parte, ma ne resta ancora sul fondo, vuol dire che l’acqua è satura.
 Getta in un bicchiere d’acqua dell’amido e muovi forte col cucchiaino: l’acqua resta bianca perchè l’amido non si scioglie, ma resta sospeso.

Tema: Decantare, filtrare.
Comandi:
– Prendi il bicchiere d’acqua satura di zucchero, e quello ove è sospeso l’amido e lascia depositare sul fondo le sostanze sospese, fin che l’acqua resta limpida: poi decantala.
 Filtra l’acqua satura di zucchero e l’acqua che tiene l’amido sospeso; poi assaggia l’una e l’altra.

Dedicandosi a tutti questi esercizi ed esperimenti,  i bambini saranno stimolati a proseguire lo studio della grammatica e saranno così interessati al significato dei verbi da non aver più bisogno di queste attività guidate per studiare le parole.

Trovi il materiale pronto per il download e la stampa in fondo all’articolo.

____________________
Comandi sui verbi: lezioni accompagnate da esperimenti
Presentazione 1

Materiali:
– comandi degli esperimenti per i verbi
– vassoi preparati coi materiali previsti dai comandi

esperimenti e VERBI 1

Presentazione:
– invitiamo un gruppo di bambini al tavolo
– prendiamo il primo comando ed invitiamo un bambino a leggere il comando
– eseguiamo l’esperimento davanti al bambini
– posizioniamo sotto al comando i cartellini dei verbi corrispondenti
– invitiamo i bambini a registrare l’attività sui propri quaderni di grammatica disegnando sulle parole i simboli grammaticali

Scopo diretto:  comprendere la funzione del verbo

Scopo indiretto:
– sviluppo del vocabolario
– comprensione dei testi scritti
– capacità di seguire la sequenza di azioni indicate
– comprensione di concetti scientifici

Punti di interesse: eseguire gli esperimenti

Controllo dell’errore: i verbi sono scritti su cartellini

________________
Comandi sui verbi: lezioni accompagnate da esperimenti

Presentazione 2

Materiali:
– comandi per gli esperimenti
– vassoio col materiale indicato sul comando

Presentazione:
– invitiamo un gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto
– prendiamo la prima carta dei comandi con i relativi cartellini dei verbi
– prendiamo il vassoio col materiale richiesto per l’esperimento
– leggiamo il comando e seguiamo le istruzioni, ad esempio:

Metti un cucchiaino di zucchero nell’acqua e mescola finché lo zucchero si è sciolto del tutto. L’acqua deve restare limpida e lo zucchero deve sparire.
Ora metti molto zucchero in poca acqua e mescola col cucchiaino; se dopo aver mescolato vedi dello zucchero sul fondo del bicchiere vuol dire che l’acqua è saturata.
Infine metti in un bicchiere d’acqua dell’amido e mescola forte col cucchiaino: l’acqua resta bianca perchè l’amido non si scioglie, ma resta sospeso.

esperimenti e VERBI 2

– il bambino esegue le tre azioni e posiziona accanto ad ognuno dei tre bicchieri il cartellino del verbo più appropriato
– chiediamo ai bambini di discutere le loro osservazioni
– ripetiamo indicando ognuno dei bicchieri: “Qui lo zucchero è sciolto. Qui l’acqua è satura. Qui l’amido è in sospensione”

esperimenti e VERBI 4
– i bambini registrano l’attività sui loro quaderni di grammatica, usando le matite colorate per disegnare i simboli grammaticali sopra le parole
– i bambini descrivono l’esperimento e registrano i risultati sui loro quaderni
– i bambini eseguiranno in seguito questa attività in modo autonomo.

esperimenti e VERBI 3

Scopo diretto: comprendere la funzione del verbo.

Età: dai 7 anni

_________________
Materiali

comandi ed esperimenti sul VERBO corsivo 11

PDF: comandi per esperimenti con VERBI corsivo

comandi ed esperimenti sul VERBO stampato minuscolo 14

PDF: comandi per esperimenti con VERBI stampato minuscolo

_______________

BUSTA 1.
Prendi una ciotola e riempila per metà di acqua. Aggiungi un cucchiaio di farina e mescola accuratamente.
Mescola in un bicchiere acqua e aceto.
Metti in un bicchiere d’acqua un po’ di olio e sbatti forte per emulsionare.
Metti un cucchiaio di aceto e un cucchiaio di olio d’oliva in una ciotola e batti fino a emulsionare.
BUSTA 2
Stempera in una provetta piena d’acqua del colorante in polvere rosso e in un’altra del colorante in polvere giallo; poi mescola in parti uguali le due acque colorate e osserva se si forma un altro colore.
Metti alcune gocce di colorante blu in un bicchiere pieno d’acqua. Metti alcune gocce di colorante giallo in un altro bicchiere pieno d’acqua. Miscela la due acque colorate in parti uguali in una provetta. Osserva che colore assume.
Metti un cucchiaio di cacao in polvere e un cucchiaio di zucchero in una tazza e mescola. Che colore aveva il cacao? Che colore aveva lo zucchero? Che colore ha la miscela?
BUSTA 3
Miscela acqua e aceto colorato in un bicchiere.
Metti alcune gocce d’acqua e alcune gocce d’olio in una provetta. Scuoti la provetta per emulsionare.
BUSTA 4
Metti un po’ di latte in una tazza e assaggialo. Sciogli qualche goccia di estratto di vaniglia e assaggialo di nuovo. Senti la vaniglia? Sciogli qualche goccia di estratto di vaniglia in un bicchiere pieno d’acqua e assaggia. In un altro bicchiere pieno d’acqua sciogli dell’aceto. Assaggia.
BUSTA 5
Metti un cucchiaino di zucchero nell’acqua e mescola finché lo zucchero  si è sciolto del tutto. L’acqua deve restare limpida e lo zucchero deve sparire.
Ora metti molto zucchero in poca acqua e mescola col cucchiaino; se dopo aver mescolato vedi dello zucchero sul fondo del bicchiere vuol dire che l’acqua è saturata.
Infine metti in un bicchiere d’acqua dell’amido e mescola forte col cucchiaino: l’acqua resta bianca perchè l’amido non si scioglie, ma resta sospeso.
BUSTA 6
Prendi il bicchiere d’acqua satura di zucchero, e quello dove è sospeso l’amido e lascia depositare sul fondo le sostanze sospese, finché l’acqua resta limpida: poi decantala.
Filtra l’acqua satura di zucchero e l’acqua che tiene l’amido sospeso; poi assaggia l’una e l’altra.

__________________
Per l’insegnante

In natura la materia si trova molto raramente allo stato puro, anzi le sostanze sono quasi sempre miscelate tra loro.
Le miscele sono formate da sostanze diverse mescolate tra loro (ad esempio l’aria, il sangue, l’acqua del mare, le leghe di metalli, un profumo).

I componenti di una miscela possono essere solidi, liquidi o gassosi. Una miscela può essere:
omogenea: se i suoi diversi componenti non possono essere identificati
eterogenea: se i suoi diversi componenti possono essere facilmente identificati (a occhio nudo o col microscopio).

Le miscele omogenee possono essere:
soluzioni (liquido + liquido)
leghe (solido + solido)
miscele gassose (gas + gas)

Le miscele eterogenee possono essere:
dispersioni (diametro delle particelle maggiore di 1 micrometro)
colloidi (diametro delle particelle minore di 1 micrometro).
Un micrometro è un millesimo di millimetro.

Le dispersioni possono essere:
schiume (gas + liquido)
emulsioni (liquido + liquido)
sospensioni (solido + liquido)
nebbie (liquido + gas)
fumi (solido + gas)

Per separare i componenti di una miscela in laboratorio si possono usare varie tecniche:
– filtrazione
– decantazione o sedimentazione
– centrifugazione
– distillazione
– cromatografia
– estrazione con solvente
– setacciatura.

Filtrazione: separazione per mezzo di filtri. Si usa per separare:
– liquidi da solidi
– solidi da liquidi
– solidi da gas.

Decantazione: separazione dei componenti per forza di gravità. Si usa per separare:
– solidi da liquidi
– solidi da gas
– due liquidi immiscibili.

________________________________________

Disclaimer: “Per redigere questa mia presentazione ho utilizzato i miei album e appunti personali e consultato vari album di altri autori e articoli nel web. Per leggere online o acquistare le copie legali di tali opere consultate segui i link:
– Language primary guide di Infomontessori.com
– Album for ages 3-6 – Language di montessoriteacherscollective (Moteaco)
– Montessori teacher album – Language di Montessorialbum.com
– Language album di wikisori.org
– Language and grammar di montessoricommons
– Elementary language notes di albanesimontessorinotes
Module 4: language manual A e Module 6: language manual B di Montitute.com
– Language teacher manual di khtmontessori.com
Primary class curriculum – second year (Language and reading) di mymontessorihouse.com
– Montessori Language arts 6-9 album e Montessori Language album 3-6 di Montessori tube
– The complete Montessori language arts teacher’s manual di Open Door Press
– Early childhood Montessori language album di Sue Clark
– Lower elementary curruculum – Language arts di montessoritraining.net
– Language album di freemontessori.org
– Elementary Montessori language album di keysoftheuniverse.com
– Montessori Matters: A language manual di shop.heutink-usa.com
Language arts Infant and Toddler e Language arts elementary vol 1, vol 2, vol 5
di themontessoriparent.com, che ha suggerito l’aggiunta di questo disclaimer in accordo con la sua politica di copyright.
Ho inoltre consultato i testi di riferimento di Maria Montessori per il linguaggio:
Il Metodo della Pedagogia Scientifica applicato all’educazione infantile nelle case dei bambini
L’autoeducazione nelle scuole elementari
Per una bibliografia completa delle opere di Maria Montessori vai qui. Leggi anche la bibliografia di seguito

______________________

PSICOGRAMMATICA MONTESSORI

BIBLIOGRAFIA E LINK UTILI

nuova grammatica

M. Dardano – La nuova grammatica della lingua italiana, Zanichelli

l'autoeducazione nelle scuole elementari
Maria Montessori L’autoeducazione: Nelle scuole elementari (Garzanti Saggi)

educazione e pace
Maria Montessori Educazione e pace

la mente del bambino
Maria Montessori La mente del bambino. Mente assorbente
Il metodo della pedagogia scientifica
Maria Montessori Il metodo della pedagogia scientifica applicato all’educazione infantile nelle case dei bambini. Edizione critica.
educare alla libertà
Maria Montessori Educare alla libertà
la scoperta del bambino
Maria Montessori La scoperta del bambino
quaderno_montessori
Grammatica moderna nella scuola elementare Montessori, Il quaderno Montessori inverno 1993-94 – E. M. Orizio

Sono Maria Marino. Mi occupo di pedagogia, didattica, arte e manualità. Lapappadolce è il sito che scrivo come insegnante e mamma, per contribuire nel mio piccolo a rendere più accessibili a tutti i bambini, a scuola o a casa, la didattica Montessori, la pedagogia Waldorf, e tutte le pratiche educative che ho imparato con loro e in cui credo.